La storia di Wonderbly

Usare la personalizzazione per creare meraviglia

Non c’è niente di più incredibilmente magico dell’immaginazione dei bambini. Preziosissima, senza limiti, fantastica. Se costruisci a un bambino una corona di carta… in un attimo sarà diventato un re (o una regina). Dagli uno scatolone e lo trasformerà in… qualsiasi cosa. Una macchina da corsa. Un’astronave. Una casa a tre piani. Tutto è possibile!

C’è quest’idea dietro ai libri personalizzati che inventiamo: le storie di Wonderbly scatenano l’immaginazione. E anche la fiducia in se stessi. E adesso la buona notizia: può farlo qualsiasi adulto, in tutto il mondo: chiunque può creare uno di questi libri speciali, e dimostrare a un bambino o a una bambina che le storie più incredibili sono quelle che parlano di loro.

I bambini, grazie alla loro immaginazione, fanno le loro prime avventure. Anche per questo le storie per bambini sono così importanti! Noi (tutti noi) dobbiamo aiutarli a capire che un giorno potranno fare tutto ciò che riescono a immaginare, cioè che tutte le storie che immaginano potranno essere le loro storie.

Insieme possiamo far sentire così ogni bambino e bambina. E magari anche qualche adulto…

La nostra storia è iniziata così…

C’erano una volta (nel 2012) quattro amici che decisero di inventare un libro personalizzato diverso da tutti quelli che erano stati pensati prima. Ci lavorarono nel tempo libero, facendo le ore piccole, grazie anche alla grande pazienza delle loro famiglie. A volte, in ufficio, facevano finta di lavorare a quello che dovevano fare… e invece pensavano al loro libro. Alla fine il libro era finito: era una bellissima storia intitolata Dov’è finito il mio nome?, una storia che cambiava a seconda del nome del bambino o della bambina per cui veniva creata. Era un libro ancora più magico di quanto avessero sperato.

Il libro venne lanciato. Si sparse la voce. La gente lo comprò, e ne parlò bene. E i quattro amici si dissero: aspetta un attimo. Un attimino piccino picciò. È una cosa più grande del previsto, o almeno potrebbe esserlo. A questo punto ci furono alcuni anni molto confusi e molto pieni: furono creati centinaia di libri, poi migliaia, poi… milioni! I quattro amici avevano trasformato il libro in un’azienda che si chiamava Lost My Name, e avevano iniziato a pensare di inventare anche altre storie personalizzate e magiche.

L’azienda cresceva, le storie della buonanotte venivano raccontate a tantissimi bambini e bambine… finché, finalmente, sbarcarono anche in Italia. Era il giugno del 2015, e da allora quasi centomila bambini e bambine italiani sono partiti all’avventura attraverso le pagine di Dove è finito il mio nome?

Nel frattempo i quattro amici erano diventati un centinaio di amici e Lost My Name si era trasformata in Wonderbly, un luogo in cui si pensano storie personalizzate in modo unico e incredibile, storie che fanno sentire ogni bambino e ogni bambina straordinariamente speciali. Storie che li aiutano a credere che tutte le storie che immaginano possano essere le loro storie.


Questa invece è la nostra storia. Ed è appena iniziata...

Lavora con noi

Cerchiamo sempre delle altre persone speciali (e molto, molto simpatiche) che abbiano voglia di partecipare al nostro progetto. Scopri di più qui: backstage.wonderbly.com 

Hai un’altra domanda?

Invia la tua domanda ad uno dei nostri adorabili Angeli di Supporto che sono pronti e in attesa di assisterti come meglio possono.

Chiedi ai nostri Angeli
Feedback & suggerimenti

I tuoi feedback e suggerimenti sono molto importanti. Ci aiutano a rendere i nostri prodotti ancora più speciali quindi contattaci!

Inviaci un feedback
Powered by Zendesk